San Giacomo Filippo, frontale tra pullman e auto: paura per 50 bambini

Per Il rilievo, le operazioni di soccorso,di rimozione dei veicoli e ripristino stradale gli uomini della polizia locale sono stati impegnati per diverse ore

Rocambolesco incidente poco prima delle 13 di ieri, martedì 2 gennaio, sulla strada statale 36 nel comune di San Giacomo Filippo, poco prima dell'abitato di Campodolcino.

Nell'incidente frontale, in prossimità di un tornante, sono stati coinvolti un pullman e un' autovettura. Fortunatamente nulla di grave per il conducente dell'autovettura, un uomo di 43 anni, che è stato soccorso e portato dall'ambulanza all'Ospedale di Chiavenna.

Il pullman trasportava 50 bambini che erano intenti ad andare nel comune di Campodolcino a per le vacanze invernali.

I bambini non hanno riportato lesioni ma solo un gran spavento e sono stati trasportati successivamente a Campodolcino da un altro pulman chiamato all'occorrenza.

Disagi alla circolazione

I due veicoli incidentati sono stati rimossi in quanto non più in grado di circolare, per il pullman, viste le dimensioni, è stato necessario l'intervento di un carro attrezzi da fuori provincia.

Per Il rilievo, le operazioni di soccorso,di rimozione dei veicoli e ripristino stradale gli uomini della Polizia Locale di Chiavenna ed Uniti sono stati impegnati per diverse ore.

Sul posto anche  personale dell'Anas che è intervenuto prontamente

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Tirano, travolto e ucciso nella notte

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Camion investe 87enne all'alba, tragedia a Tirano

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

Torna su
SondrioToday è in caricamento