Finisce nel burrone con il mezzo da lavoro che lo travolge: grave operaio valtellinese

L'incidente in un cantiere di una centrale idroelettrica a San Nazzaro Val Cavargna, in provincia di Como

Stava guidando un mezzo da lavoro quando, per cause ancora da verificare, è caduto in un burrone insieme al veicolo che stava conducendo. È rimasto così gravemente ferito, schiacciato dal mezzo, un operaio valtellinese di 60 anni all'interno di un cantiere per la realizzazione di una centrale idroelettrica a San Nazzaro Val Cavargna, in provincia di Como. Il grave incidente attorno alle ore 14.15 di lunedì 9 settembre 2019.

L'uomo, prontamente soccorso, è stato trasportato dall'elicottero del 118 presso l'ospedale "Sant'Anna di San Fermo della Battaglia di Como" dove è ricoverato in gravi condizioni in codice rosso. Su quanto accaduto stanno indagando i Carabinieri del Comando di Menaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I precedenti nello stesso cantiere

Alla notizia del grave infortunio in tanti hanno pensato a quanto accaduto, nello stesso cantiere, nel dicembre del 2018 quando un operaio perse la vita e un altro rimase gravemente ferito, come riportato dai colleghi di QuiComo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Valmalenco, escursionista precipita e muore

  • Operazione delle Forze dell'Ordine in Bassa Valle, malvivente muore durante l'inseguimento

  • Si tuffa da due metri dove l'acqua è poco profonda, attimi di panico a Sondrio

  • Morto improvvisamente lo psichiatra Giuseppe Zecca

  • Un decesso ed un nuovo caso di positività al coronavirus in Provincia di Sondrio

  • Elicottero in avaria effettua atterraggio d'emergenza, paura a Colico

Torna su
SondrioToday è in caricamento