Spacciare ai tempi del coronavirus, con la droga ma senza autocertificazione: in arresto un 26enne

Il giovane è stato sorpreso con una cospicua quantità di sostanze stupefacenti

Lungo la nottata tra mercoledì 18 e giovedì 19 marzo, gli agenti della polizia di Stato della Questura di Sondrio, durante un controllo del territorio per il contenimento della diffusione del coronavirus, hanno arrestato un giovane valtellinese, D.V., classe ’94, sorpreso alla guida della propria autovettura con della sostanza stupefacente che, immessa sul mercato, avrebbe procurato una cospicua somma di denaro. 

Nello specifico, il giovane, alla richiesta dei documenti e dell’autocertificazione "covid-19" in merito alla sua presenza per strada a quell’ora, si è mostrato da subito nervoso e agitato fornendo una giustificazione poco plausibile.      

Ciò ha insospettito gli agenti che, in considerazione dell’atteggiamento del giovane, hanno approfondito il controllo rinvenendo addosso al giovane alcuni involucri contenenti della sostanza stupefacente, che, analizzati in un secondo tempo dalla Polizia Scientifica, sono risultati essere: 140,60 grammi di Hashish, 0,45 grammi di cocaina e 8,88 grammi di eroina.

Gli agenti, a quel punto, hanno esteso il controllo anche all’abitazione della madre dove il ragazzo è domiciliato e, nascosti all’interno di una cassettiera nella camera da letto del ragazzo, hanno rinvenuto un ulteriore involucro contenete circa 10 grammi di Hashish, 12 compresse di “Rivotril”, 3 flaconi di “metadone” ed un bilancino di precisione.

Dopo le formalità di rito, D.V., è stato tratto in arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, per le restrizioni da coronavirus, denunciato in stato di libertà per i reati previsti dall’articolo 650 C.P. e 495 C.P e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria posto agli arresti domiciliari presso il proprio domicilio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, come è facile ammalarsi. La storia del chirurgo del Morelli che spiega quanto è alto il rischio di contagio

  • Sorico piange Emanuele, infermiere all'ospedale di Gravedona

  • La grave denuncia della Croce Rossa di Morbegno: «La gente ci nasconde i sintomi da coronavirus»

  • Coronavirus, quasi 500 i contagiati in provincia di Sondrio. La mappa interattiva comune per comune

  • Delebio in lutto per la morte di Gianni

  • Coronavirus, anche in provincia di Sondrio il tampone si fa in auto. Come funziona

Torna su
SondrioToday è in caricamento