Cocaina ed eroina in Valgerola: sette arresti

Più di 200 gli assuntori

Smantellata un’importante piazza di spaccio da parte della Polizia di Stato. L’operazione, conclusosi nei giorni scorsi a Cosio Valtellino, ha portato all’arresto di sette persone, sei marocchini e un italiano che spacciavano cocaina ed eroina a basso costo nei boschi della Valgerola, nei primi chilometri della provinciale 7.

Tremila cessioni accertate in tre mesi, duecento assuntori.

L’attività degli investigatori è iniziata nel mese di novembre del 2018 e ha permesso di accertare più di 3.000 cessioni di droga, individuare 200 assuntori e sequestrare circa un etto tra eroina e cocaina.

La droga, proveniente dall’hinterland milanese, veniva impacchettata all’interno del bosco per poi essere consegnata ai lati della strada da un pusher che usciva dal bosco solo per la consegna.

Tutto sotto l’occhio vigile di alcune "vedette"  appostate in punti più elevati pronti ad avvisare in caso di controlli delle Forze dell’ordine.

Il bosco era la loro base operativa, rimanevano nascosti giorno e notte, utilizzando vecchie baite e muri come ripari, fino all’esaurimento della droga. Lasciavano la zona solo per il tempo di tornare a Milano a farne scorta.

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • Quanto successo a Sondrio per lo Street Food Truck Festival

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Tirano, travolto e ucciso nella notte

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Camion investe 87enne all'alba, tragedia a Tirano

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

Torna su
SondrioToday è in caricamento