Cocaina ed eroina in Valgerola: sette arresti

Più di 200 gli assuntori

Smantellata un’importante piazza di spaccio da parte della Polizia di Stato. L’operazione, conclusosi nei giorni scorsi a Cosio Valtellino, ha portato all’arresto di sette persone, sei marocchini e un italiano che spacciavano cocaina ed eroina a basso costo nei boschi della Valgerola, nei primi chilometri della provinciale 7.

Tremila cessioni accertate in tre mesi, duecento assuntori.

L’attività degli investigatori è iniziata nel mese di novembre del 2018 e ha permesso di accertare più di 3.000 cessioni di droga, individuare 200 assuntori e sequestrare circa un etto tra eroina e cocaina.

La droga, proveniente dall’hinterland milanese, veniva impacchettata all’interno del bosco per poi essere consegnata ai lati della strada da un pusher che usciva dal bosco solo per la consegna.

Tutto sotto l’occhio vigile di alcune "vedette"  appostate in punti più elevati pronti ad avvisare in caso di controlli delle Forze dell’ordine.

Il bosco era la loro base operativa, rimanevano nascosti giorno e notte, utilizzando vecchie baite e muri come ripari, fino all’esaurimento della droga. Lasciavano la zona solo per il tempo di tornare a Milano a farne scorta.

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

  • Dove saranno gli autovelox questa settimana sulle strade lombarde

I più letti della settimana

  • Elicottero militare atterra d'emergenza vicino alle persone, tragedia sfiorata a Santa Caterina

  • Valfurva senza pace: dal Ruinon un enorme masso sulla strada, viabilità interrotta

  • La frana del Ruinon ha raggiunto livelli di spostamento record? Per gli operatori va fatto brillare il versante

  • Operazione "Montagne d'euro", sgominata la banda dell'alpeggio

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

  • Giovane fungiatt scivola nel bosco a Gerola, recuperato dopo una caduta di 5 metri

Torna su
SondrioToday è in caricamento