Il gip ha deciso: il giovane che picchiò il figlio di 7 anni dell'ex-compagna dovrà rimanere in carcere

Troppo alto il rischio che il giovane possa inquinare le prove delle indagini o di nuovo essere violento

Immagine archivio

Dopo qualche giorno di riflessione il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sondrio, Pietro Della Pona, ha deciso: il 24enne del Tiranese arrestato nei giorni scorsi con l'accusa di maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni del figlio di sette anni della propria compagna, oltre che di calunnia, dovrà restare in carcere.

Troppo alto il rischio che il giovane possa inquinare le prove delle indagini o, ancora peggio, possa di nuovo essere scagliarsi contro l'ex-compagna o suo figlio.

Resterà in carcere fino alla conclusione delle indagini da parte degli agenti della Questura di Sondrio.   

Rigettata quindi la richiesta, avanzata dall'avvocato della difesa Giuseppe Tarabini, degli arresti domiciliari per il giovane violento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento