"Questo è Aro, o meglio, lo era prima che me lo uccidessero"

Lo sfogo di Lara dopo aver rinvenuto il cadavere del proprio cane, barbaramente ucciso

Il cadavere di Aro, il cane barbaramente ucciso

"È stato trovato così da mio padre il giorno 28 marzo intorno alle 5 del mattino, in via Poira, Colorina (SO) , presso una stalla" scrive Lara, la padrona di Aro, il cane barbaramente seviziato e ucciso.

"Presentava un taglio di 20 cm nell'addome, con fuoriuscita delle viscere e traumi multipli in tutto il corpo. È stato colpito ripetutamente e senza pietà, anche dopo la morte. È stato ucciso da chi, purtroppo, non voglio chiamare essere umano".

"Era un cane buonissimo, affettuoso, dolce e intelligente, più di chi l'ha ammazzato. Si fidava delle persone e questo è stato il suo più grave errore. Non è stato ucciso dal morso di un cane o da un'auto, ma da una bestia: l'uomo. È stato massacrato dall'ignoranza e da una cattiveria senza limiti, difetti che contraddistinguono questo paesino di poco più di 1000 abitanti. Io mi auguro che il colpevole soffra quanto sto soffrendo io in questo momento e che paghi per aver lacerato la mia famiglia. Nulla servirà a riportare indietro il mio cane, ma spero di potergli rendere onore divulgando questa tragedia. La mia famiglia ed io continueremo a batterci perché la verità, un giorno o l'altro, salti fuori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Cerve inseguite con lo scooter: la polizia provinciale interrogherà l'uomo che ha postato il video su Facebook

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

  • Macabra scoperta a Sondrio: uomo trovato morto dopo diversi giorni

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

Torna su
SondrioToday è in caricamento