Bormio piange la morte di Egidio Tarantola, il "signor Braulio"

L'uomo ha condotto l'azienda ai fasti e ha contribuito a rendere famoso e riconoscibile in tutto il mondo il marchio valtellinese

Egidio Tarantola, fondatore del Braulio

Si è spento all'età di 75 anni Egidio Tarantola Peloni, patron dell'amaro "Braulio" spentosi lunedì pomeriggio dopo una battaglia con un brutto male. L'uomo, che conduceva da anni l'azienda, ha lasciato la moglie Valeria e i figli Edoardo, Attilio e Francesco. Scossa la comunità bormina, che ha salutato l'uomo che ha contribuito a rendere riconoscibile in tutto il mondo il marchio valtellinese.

Filantropo e impegnato attivamente nell'attività di quella che è soprannominata la "Magnifica Terra", aveva iniziato a lavorare all'interno dell'azienda a partire dagli anni Sessanta; la direzione passerà ora nelle mani del figlio Edoardo.

Dal 2014 il "Braulio" è entrato a far parte della "Campari".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Teatro Sociale concesso gratuitamente a Van de Sfroos: polemiche a Sondrio

  • Attualità

    Il calendario degli autovelox mobili sulla Strada Statale 36

  • Attualità

    I Sindacati della Valtellina celebrano la Festa dei Lavoratori

  • Scuola

    Il Donegani di Sondrio eccelle nei Campionati Studenteschi provinciali di Rugby allievi

I più letti della settimana

  • Livigno: il video di Pasqua di Federica Pellegrini e il sindaco diventa virale

  • Pol. Albosaggia in lutto per la morte di 'Peo'

  • Moglie e marito si scontrano mentre sciano a Madesimo

  • Al via il ponte pasquale: maxi tamponamento a Berbenno

  • Ancora un incidente sulla SS36 a Lecco: traffico per la Valtellina bloccato

  • Tirano, ruba una bici e la rivende: denunciato

Torna su
SondrioToday è in caricamento