Bracconieri senza pietà uccidono quattro caprioli

Due persone sono state denunciate

Bracconieri senza pietà in Valtellina. La scorsa settimana gli agenti del Corpo di Polizia Provinciale di Sondrio hanno portato a termine due operazioni che hanno permesso, in due distinti episodi, di individuare gli autori di atti di bracconaggio perpetrati a carico di ungulati.

Il primo in località "Fochin", nel comune di Valdidentro, dove sono stati rinvenuti due caprioli imprigionati nei lacci; un animale era già morto mentre per il secondo, purtroppo, si è resa necessaria la soppressione a seguito dei gravi traumi riportati nel tentativo di liberarsi. Gli agenti, con appostamenti nella zona, sono riusciti a individuare il responsabile di almeno un'uccisione: si tratta di un uomo di 84 anni già noto alle forze dell'ordine per episodi analoghi. 

A seguito di perquisizione domiciliare autorizzata dal magistrato, nell'abitazione dell'indagato è stata accertata la macellazione di un capriolo, presumibilmente quello che gli agenti avevano rinvenuto morto e lasciato sul posto, più altri lacci costituiti da cordina metallica con il nodo scorsoio pronti per essere impiegati. L'anziano è stato così denunciato per esercizio della caccia con mezzi vietati, furto aggravato in danno del patrimonio indisponibile dello Stato e maltrattamento di animali, reati per i quali è prevista in tutto una pena fino a quattro anni e mezzo e una multa oltre 30mila euro.

Il secondo episodio è stato accertato il 9 dicembre in località "Vigne della Sassella" a Sondrio. Gli agenti hanno sorpreso un uomo, poi allontanatosi, mentre abbatteva a fucilate una femmina di capriolo, rinvenendo poco lontano un altro esemplare maschio già abbattuto. L'uomo, un 62enne residente nella frazione di Triasso, è tornato sul posto dopo circa un paio d'ore: gli agenti di Polizia provinciale lo hanno identificato come cacciatore abilitato per lepre e selvaggina migratoria. 

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

I più letti della settimana

  • Valfurva senza pace: dal Ruinon un enorme masso sulla strada, viabilità interrotta

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • La frana del Ruinon ha raggiunto livelli di spostamento record? Per gli operatori va fatto brillare il versante

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

Torna su
SondrioToday è in caricamento