Bianzone, con 300 grammi di marijuana in auto: arrestato

Nei guai V.M., 22enne residente in zona

Martedì 24 aprile, alle 22.40, a Bianzone, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tirano, durante un controllo della circolazione stradale, hanno sequestrato oltre 300 grammi di marjuana e tratto in arresto V.M. un 22enne residente nel Tiranese.

 L’operazione dell’Arma ha preso le mosse da un posto di controllo effettuato lungo la Ss 38 dello Stelvio, nel Comune di Bianzone, all’altezza di via Roma. Qui i militari hanno fermato e sottoposto a verifica un’autovettura Seat Leon che viaggiava in direzione dell’alta valle, con a bordo un ragazzo e una ragazza. Quando gli uomini dell’Arma hanno chiesto al conducente di esibire i documenti di guida, hanno colto nell’atteggiamento del ragazzo una palpabile agitazione.

A questo punto i carabinieri hanno intuito che il ragazzo stesse nascondendo loro qualcosa e gli hanno chiesto esplicitamente se trasportasse o detenesse sulla sua persona sostanze illegali. Il giovane, messo alle strette, probabilmente, resosi conto che se fosse stato dato corso a controlli più approfonditi sarebbe stato smascherato, dopo aver tentato, sulle prime, di negare, alla fine ha ceduto e, da sotto il sedile lato conducente, ha estratto un sacchetto di cellophane contenente sostanza vegetale di colore verde, risultata essere marjuana del peso approssimativo di 320 grammi .

A questo punto i militari hanno allargato l’attività di ricerca dello stupefacente anche all’abitazione del ragazzo. Qui, nel comodino della sua camera da letto, è stato rinvenuto un bilancino elettronico di precisione verosimilmente utilizzato per la pesatura della sostanza, elemento che, unitamente alla discreta quantità di sostanza sequestrata nell’autovettura, ha rafforzato l’ipotesi che lo stupefacente fosse detenuto ai fini dello spaccio e non solo per uso personale.

Alla luce di tutti gli elementi raccolti V.M. è stato dichiarato in stato di arresto in flagranza per ilreato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e, su disposizione del Pubblico Ministero, Stefano Latorre, è stato associato alla casa circondariale di Sondrio. Nella giornata di ieri è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sondrio che ha convalidato l’arresto, applicando nei confronti del 22enne la misura cautelare dell’obbligo di dimora nella provincia di Sondrio in attesa del processo.

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e, nei prossimi giorni, verrà inviata al laboratorio di analisi del Comando Provinciale Carabinieri di Bresciaper la quantificazione del principio attivo contenuto. Questa è la seconda operazione antidroga eseguita dall’Arma di Tirano in meno di 10 giorni. Infatti, solo la scorsa settimana, i carabinieri della Compagnia Abduana, avevano sequestrato altri 100 grammi di marjuana a Bormio e tratto in arresto l’uomo che ne era stato trovato in possesso

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Dove sono i controlli della velocità con gli autovelox fino al 18 agosto

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

I più letti della settimana

  • Sondrio in lutto, è morto l'avvocato Nicola Giugni

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Altro che amichevole estiva, tra Sondrio Calcio e Seregno finisce in rissa

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • Una coppia è stata aggredita e minacciata con una pistola giocattolo nel centro di Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento