Il bambino di 7 anni picchiato per le troppe parolacce, interrogato in carcere il patrigno violento

Il 24enne del Tiranese accusato di maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni del figlio della propria compagna ha dato la sua versione dei fatti al giudice per le indagini preliminari

Il 24enne del Tiranese arrestato nei giorni scorsi con l'accusa di maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni del figlio di sette anni della propria compagna, oltre che di calunnia, è stato sottoposto all'interrogatorio di garanzia. Il giovane, accompagnato dall'avvocato sondriese Giuseppe Tarabini, ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sondrio, Pietro Della Pona.

Un colloquio in cui il violento ha raccontato la sua versione dei fatti dimostrando, davanti a Della Pona, una preoccupante superficialità. Non ha negato quanto accaduto ma ha confermato di aver colpito ripetutamente il bambino giustificato dal fatto che il minore utilizzasse un vocabolario eccessivamente scurrile e non ascoltasse le sue regole di convivenza.

Una sorta di punizione corporale per educare, perpetrata nel tempo secondo i medici dell'ospedale di Sondrio, che il giovane, classe 1995, dava al bambino con pugni, schiaffi, calci, utilizzando addirittura un tagliere di legno per correggere la sua maleducazione.

Secondo quanto trapelato dal Tribunale, avrebbe colpito gli inquirenti, in fase di interrogatorio, l'immaturità del giovane oltre che la sua incapacità di dare il giusto peso a quanto tristemente combinato, compresa la sciocca idea di depistare le indagini con finte accuse e denunce nei confronti di soggetti innocenti ed estranei alla vicenda domestica. 

Durante l’interrogatorio, l’avvocato Tarabini ha chiesto la concessione dei domiciliari per il suo assistito mentre la Procura, alla luce, anche, dell'immaturità dimostrata dall'arrestato, è rimasta sulla posizione di confermare il carcere. Il giudice per le indagini preliminari si è preso qualche giorno per decidere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento