Arrestati due spacciatori a Grosotto

Entrambi di Saronno sono stati fermati dai Carabinieri della Stazione di Sondalo con 120 grammi di hashish e 13 grammi di cocaina, oltre a un bilancino elettronico e a 350 euro in contanti

La sostanza stupefacente sequestrata

Due uomini sono stati arrestati nella notte tra lunedì 29 e martedì 30 aprile 2019 dai Carabinieri della Stazione di Sondalo per il reato di detenzione di droga  finalizzata allo spaccio e ritenuta destinata al mercato dell’Alta Valle. Nell’operazione sono stati sequestrati circa 120 grammi di hashish e 13 grammi di cocaina, oltre a un bilancino elettronico e a 350 euro in contanti.

L’operazione ha preso le mosse da un controllo di pubblica sicurezza eseguito da una pattuglia della Stazione di Sondalo, impegnata in sistematica attività di prevenzione dei furti in abitazione tra i comuni di Tovo Sant’Agata e Sondalo. I militari, intorno all’una, in via Mulini di Grosotto, insospettiti da due uomini che procedevano a piedi, hanno deciso di fermarli, identificandoli in M.M., 37 anni, e F.B., 21 anni, residenti entrambi nella zona di Saronno (VA).

Fin dall’inizio i due brianzoli hanno manifestato una certa agitazione che ha messo in guardia gli uomini dell’Arma. Alla richiesta dei documenti di identità, M.M., cercando di non farsi notare, ha tentato di disfarsi di una bustina di cellophane che teneva in mano, muovendo velocemente le dita, così disperdendo una sostanza polverosa di colore bianco contenuta al suo interno, ma è stato notato e immediatamente bloccato. La sostanza residua, che è stata successivamente analizzata mediante reagenti chimici, è risultata essere circa mezzo grammo di cocaina.

A questo punto i Carabinieri hanno perquisito M.M. L’uomo nella giacca aveva nascosto due piccole “mattonelle” di hashish avvolte nel cellophane, del peso di circa 50 grammi ciascuna, un sacchettino contenente altra polvere di colore bianco del peso lordo di oltre 10 grammi e denaro contante per l’ammontare di 365 euro.

La perquisizione è stata estesa anche a un appartamento di cui F.B., è risultato avere la disponibilità, nel paese di Grosotto, non molto lontano dal luogo del controllo. Qui, nel locale bagno, sono stati rinvenuti altri due frammenti di hashish del peso complessivo di circa 18 grammi, 2,5 grammi di cocaina suddivisi in 8 dosi già confezionate in involucri di carta stagnola, pronte per essere cedute e un bilancino elettronico di precisione per la pesatura della sostanza da frazionare.

M.M., e F.B., al termine delle formalità rituali dell’arresto, su disposizione del Pubblico Ministero di turno Chiara Costagliola, sono stati associati alla Casa Circondariale di Sondrio in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Nella mattinata del 2 maggio sono comparsi entrambi davanti al Gip del Tribunale di Sondrio, Carlo Camnasio, che ha convalidato l’arresto, disponendo la loro liberazione e applicando a carico di entrambi la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. La sostanza stupefacente è stata sequestrata è sarà inviata al laboratorio di analisi dell’Arma dei Carabinieri di Brescia, per la quantificazione del principio attivo.

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

  • Dove saranno gli autovelox questa settimana sulle strade lombarde

I più letti della settimana

  • Elicottero militare atterra d'emergenza vicino alle persone, tragedia sfiorata a Santa Caterina

  • Valfurva senza pace: dal Ruinon un enorme masso sulla strada, viabilità interrotta

  • La frana del Ruinon ha raggiunto livelli di spostamento record? Per gli operatori va fatto brillare il versante

  • Operazione "Montagne d'euro", sgominata la banda dell'alpeggio

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

  • Giovane fungiatt scivola nel bosco a Gerola, recuperato dopo una caduta di 5 metri

Torna su
SondrioToday è in caricamento