Scarcerato il sondriese che ha soffocato la sorella

Il Giudice per le indagini preliminari, Carlo Camnasio, ha concesso a Giulio Paganoni gli arresti domiciliari. L'autopsia sul cadavere è fissata per lunedì 15 aprile

Si trova agli arresti domiciliari Giulio Paganoni, il sondriese 73enne che, alle prime ore dell'alba di lunedì 8 aprile 2019, ha ucciso sua sorella Andreina, detta Lina, soffocandola con un foulard. La scarcerazione, dovuta all'età dell'imputato ed al fatto che il Giudice per le indagini preliminari, Carlo Canmasio, non abbia riscontrato pericolosità sociale, è stata decisa durante l’udienza di convalida del fermo per omicidio volontario fissata per mercoledì 10 aprile presso il Tribunale di Sondrio.

Ora Paganoni si trova nella casa che convidivideva con la sorella in via Torelli, in attesa che lunedì l’anatomopatologo Paolo Tricomi effettui l'autopsia sul corpo della 87enne e che le Autorità interroghino le persone che per ultime sono entrate in contatto con i fratelli Giulio e Lina Paganoni.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • A "Sondrio è estate" è la serata della Musica

  • Opere per le Olimpiadi 2026, la paura di Legambiente per il Parco dello Stelvio

I più letti della settimana

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • L'Adda restituisce il corpo del 19enne gettatosi dal ponte

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Cade con la bici mentre fa downhill a Livigno, gravissimo bambino di 10 anni

  • Lo spettacolo della Re Stelvio Mapei, tutte le classifiche

  • Valfurva, malore nella notte a 3100 metri: intervengono i soccorsi

Torna su
SondrioToday è in caricamento