Aperta al traffico la Tangenziale di Morbegno

Un'opera attesa da tutta la Valtellina

Anas (Gruppo FS italiane) ha aperto al traffico il secondo stralcio della variante alla strada statale 38 “dello Stelvio”, in provincia di Sondrio. Il nuovo tracciato, lungo circa 10 km, si innesta a nord dell’abitato di Morbegno fra gli svincoli di Cosio e di Tartano e costituisce un’arteria alternativa alla statale esistente che attraversa i centri abitati di Cosio Valtellino e Morbegno. Alla cerimonia per la messa in esercizio dell’opera sono intervenuti il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il Sottosegretario di Stato al Presidenza del Consiglio dei MinistriGiancarlo Giorgetti, il Presidente della Provincia di Sondrio Luca Della Bitta, l’Assessore agli Enti Locali, montagna e piccoli comuni Massimo Sertori, i Sindaci dei comuni e, per Anas, il Presidente Ennio Cascetta el’Amministratore Delegato Gianni Vittorio Armani.

La statale 38 dello Stelvio costituisce l’ossatura centrale del sistema viabilità dell’intera provincia collegando la città di Sondrio con Lecco e Milano verso sud, e con l’alta Valtellina e la provincia di Bolzano verso nord, da cui, all’altezza di Tirano, si dipartono le strade di collegamento per la Svizzera e per la provincia di Brescia (Valcamonica). La particolare conformazione della Valtellina determina un inevitabile concentramento dei flussi di traffico lungo la statale, con conseguente congestione nei tratti di attraversamento dei centri abitati.

"La conclusione dei lavori e l’apertura della variante – ha affermato il Presidente della Regione LombardiaAttilio Fontana – è un traguardo fondamentale per l’intera provincia di Sondrio. Allontanerà il traffico dei mezzi pesanti dalla statale 38 e dai centri abitati, con il relativo notevole abbattimento dell’inquinamento atmosferico ed acustico e allo stesso tempo garantirà un collegamento diretto e veloce alla Valtellina. L’apertura al traffico di questi 10 km non può che renderci orgogliosi”.

“Il 29 ottobre - ha commentato l’assessore Massimo Sertori - è un giorno importante per la popolazione valtellinese. Finalmente oggi inauguriamo e apriamo al pubblico la Tangenziale di Morbegno, un’opera fondamentale per questo territorio, che ha avuto e assunto un ruolo da protagonista”. “Gli enti locali, a partire dall’Ente Provincia, dal BIM, fino alla Camera di Commercio, - ha proseguito - hanno concorso anche economicamente per ottenere il completamento di questa infrastruttura, fondamentale non solo per i valtellinesi e gli abitanti della Provincia di Sondrio, ma anche per tutti i turisti e i cittadini italiani”. “L’arteria della SS 38 è infatti uno dei collegamenti più importanti tra l’Italia e il Nord Europa, percorrendo la Valtellina e arrivando fino al confine svizzero”, ha concluso Sertori.

L’infrastruttura, del valore complessivo di 280 milioni di euro e cofinanziata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Sondrio e dal Bacino Imbrifero Montano, comprende due gallerie, ‘Paniga’ e ‘Selva Piana’, della lunghezza complessiva di 5 km, tre viadotti realizzati in acciaio corten e due ponti, per una lunghezza totale di circa 500 metri. Il tracciato, di categoria C1 (strada extraurbana secondaria) è costituito da un’unica carreggiata con due corsie, una per ogni senso di marcia, e potrà essere percorso in ciascuna direzione in circa 7 minuti.

“Forniamo ogni giorno un servizio indispensabile al Paese – ha dichiarato il Presidente di Anas, Ennio Cascetta – sostenuto da un articolato piano di investimenti che prevede per la Lombardia, tra opere in corso e opere programmate, interventi per un valore di 1,4 miliardi di euro per la realizzazione complessiva di 79 nuovi chilometri di strade. In controtendenza rispetto al passato abbiamo dedicato una grande attenzione alla manutenzione delle nostre strade con 129 interventi in corso, sulla rete lombarda, per un investimento complessivo pari ad oltre 138 milioni di euro”.

“Oggi mettiamo l’ultimo tassello all’opera di Variante – ha spiegato l’AD di Anas Gianni Vittorio Armani – consapevoli di aver reso un servizio importante a questo territorio vocato alla produzione e al turismo montano. Un’opera strategica che consente di ridurre i tempi di percorrenza da e verso la Valtellina con importanti riflessi per la qualità della vita degli abitanti e il tessuto produttivo del territorio”.

L’opera oggi inaugurata costituisce il completamento della Variante di Morbegno, il cui primo Stralcio, 9,3 km fra lo svincolo di Fuentes e lo svincolo di Cosio, è stato aperto al traffico nel luglio del 2013. La variante consentirà di separare in maniera efficace il traffico locale diretto ai centri abitati dal traffico di attraversamento lungo la valle, preservando la viabilità limitrofa dai picchi di traffico e garantendo tempi di attraversamento da e verso la Valtellina più veloci e sicuri. Si prevede inoltre che questo intervento permetterà di aumentare l’accessibilità della Valtellina attirando anche nuovi flussi veicolari che sino ad oggi non hanno trovato conveniente percorrere la statale 38.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In fiamme il ristorante La Puntina a Sorico

  • Cronaca

    Chiavenna sbarca a Como

  • Incidenti stradali

    Tir si ribalta sulla nuova Statale 38, grave il conducente

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla nuova Statale 38, grave un uomo

I più letti della settimana

  • Tir si ribalta sulla nuova Statale 38, grave il conducente

  • Chiavenna, 32enne trovato agonizzante in strada muore in ospedale

  • Incidente sulla nuova Statale 38, grave un uomo

  • In fiamme il ristorante La Puntina a Sorico

  • SS 38, Sertori a Toninelli: " Sistema Valtellina esempio di risparmio ed efficienza"

  • Sondrio, scappa con la droga lanciandosi dal primo piano

Torna su
SondrioToday è in caricamento