Alta Valle, rubano una Porsche e due biciclette: in fuga

Nel frattempo i carabinieri stanno cercando di raccogliere il maggior numero di elementi per addivenire all’identificazione e alla denuncia dei due ignoti malfattori

Nella notte tra lunedì e martedì, i Carabinieri della Compagnia di Tirano sono intervenuti a Grosio lungo la bretella S.P. 27,compresa tra il centro abitato e la SS.38, su richiesta di autotrasportatore del posto che, mentre si stava recando al lavoro, ha colto sul fatto due soggetti intenti ad aspirare del gasolio dal serbatoio del suo camion. I due malviventi, si erano impossessati di una tanica e di un tubo in gomma flessibile trovati a bordo del camion in un vano porta-attrezzi del rimorchio. Dopo aver aspirato un po’ di gasolio hanno tentato di riversarlo nel serbatoio di una Porsche Cayenne, parcheggiata nelle immediate vicinanze, mediante un imbuto artigianale di cartone ricavato sul momento. Vistisi scoperti, si sono dati a precipitosa fuga a piedi nella vicina boscaglia in direzione di Tirano, abbandonando sul posto l’autovettura di grossa cilindrata a bordo di cui erano sopraggiunti.

Le pattuglie dell’Arma in circuito che nottetempo vigilano sul territorio allo scopo di prevenire e contrastare i delitti contro il patrimonio, allertate, si sono immediatamente recate sul posto. Qui hanno potuto accertare che la Porsche Cayenne abbandonata era stata asportata poco prima presso un cortile di un’abitazione privata di Bormio, dove era stata lasciata parcheggiata aperta e con le chiavi a bordo. Sui sedili posteriori della Porsche i militari hanno rinvenuto due bicilette, una da corsa e una mountain bike, del valore complessivo di circa 6.000 euro, asportate nella notte presso un negozio di biciclette di Bormio, principale obiettivo dei malviventi, ove gli stessi carabinieri, al momento della richiesta di intervento a Grosio, erano impegnati nell’attività di sopralluogo.

E’ stato così che i carabinieri hanno potuto ricostruire la dinamica e gli esatti movimenti dei due ladri di biciclette, che ora si sono dati alla macchia e che, anche se fossero riusciti ad impossessarsi del gasolio, non sarebbero potuti andare lontano in quanto il Porsche Cayenne che avevano rubato era alimentato a benzina.

L’autovettura provento di furto, dopo i rilievi di rito, è stata posta sotto sequestro così come le due biciclette e tutto il suo contenuto per gli ulteriori e necessari accertamenti tecnici.  I carabinieri sottolineano l’importanza della collaborazione offerta dai cittadini e in particolare dall’autotrasportatore che non ha esitato un istante a richiedere l’immediato intervento di una pattuglia. Questa condotta ha fatto si che i ladri si dessero alla fuga e che la refurtiva abbandonata venisse interamente rinvenuta per poi essere restituita agli aventi diritto.

Nel frattempo i carabinieri stanno cercando di raccogliere il maggior numero di elementi per addivenire all’identificazione e alla denuncia dei due ignoti malfattori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In viaggio senza documenti regolari, fermato e multato autobus svizzero ad Ardenno

  • Piogge abbondanti in arrivo, la Provincia chiude il ponte di Traona per sicurezza

  • Valtellinese ucciso durante un agguato nella Repubblica Dominicana

  • Registro attività storiche e di tradizione: a 9 valtellinesi il riconoscimento di Regione Lombardia

  • A Sondrio un nuovo sportello per persone con disabilità e le loro famiglie

  • La Bce stoppa la Banca Popolare di Sondrio, salta l'acquisizione della Cassa di Risparmio di Cento

Torna su
SondrioToday è in caricamento