All'associazione Chicca Raina il premio Rosa Camuna

Regione Lombardia ha premiato l'associazione per il suo impegno sul territorio e nel sociale


Anche l’Associazione Chicca Raina entra a far parte delle realtà riconosciute dalla Regione Lombardia per il suo impegno sul territorio e nel sociale.

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha consegnato il premio Rosa Camuna in occasione dell’evento dello scorso 29 maggio a Palazzo Lombardia.

A ritirare il premio il presidente dell’Associazione Gianfranco Raina accompagnato dalla Dottoressa Paola Ruffini direttore sanitario e responsabile dell’equipe sanitaria.

Nelle motivazioni che hanno accompagnato l’assegnazione del premio si legge “Offre da oltre 25 anni una costante assistenza socio-sanitaria ai malati terminali e alle loro famiglie. Con i sui medici, infermieri, psicologi, terapisti e i numerosi volontari, ha garantito sul territorio della provincia di Sondrio un qualificato supporto per l’assistenza domiciliare”.

La candidatura dell’Associazione Chicca Raina è stata sostenuta da numerosi soggetti del nostro territorio su cui opera, tra i quali, in particolare, molti sindaci dei comuni del Mandamento di Sondrio e dalla stessa Comunità Montana Valtellina di Sondrio 

Il Premio Rosa Camuna è istituito dalla Giunta Regionale della Lombardia per riconoscere pubblicamente ogni anno l'impegno, l'operosità, la creatività e l'ingegno di coloro che si sono particolarmente distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia. Il Premio è conferito tenendo conto della rappresentanza dei territori, fino ad un massimo di 24 persone fisiche, imprese, enti, associazioni, fondazioni.

L’Associazione Chicca Raina da oltre 27 anni, con i suoi volontari e il personale medico e infermieristico si prende cura delle persone in stato avanzato di malattia.
Nell'assistenza domiciliare gli operatori sanitari e i volontari dell'Associazione, selezionati e formati, accompagnano, alleviano, affiancano, sono con chi è in difficoltà. Tutto questo perché sia mantenuta una qualità della vita fino alla fine, perché sia sostenuta la dignità di ogni persona, perché sia ridotta ogni sofferenza fisica e morale, anche dei familiari.  L’Associazione è nata nel 1991 in ricordo di Chicca Raina.

L’Associazione è accreditata presso ATS della Montagna e l’assistenza che fornisce è gratuita e direttamente presso il domicilio di chi ha bisogno. La disponibilità dell’equipe sanitaria è garantita 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Negli anni di attività sono state assistite oltre 1.100 persone e le loro famiglie per un totale di oltre 45.000 interventi a domicilio da parte degli operatori sanitari.

Questi importanti risultati sono stati resi possibili dalla professionalità del personale sanitario e dalla partecipazione dei numerosi volontari che, negli anni, con dedizione e disponibilità hanno accompagnando l’associazione. Fondamentale e imprescindibile è anche il sostegno dei soci e dei sostenitori che hanno sempre creduto nel valore di questo progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi vuole sostenere l’Associazione e la sua attività può farlo dando la disponibilità a operare come volontario oppure con donazioni o destinando il 5xmille in dichiarazione dei redditi (CF 93005020149).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Berbenno, 42enne stroncato da malore a Prato Maslino

  • Uomo trovato senza vita sul sentiero della Val Codera

  • Si tuffa da due metri dove l'acqua è poco profonda, attimi di panico a Sondrio

  • Sondrio, dopo 58 anni chiude l'asilo dei Salesiani: la preoccupazione per le 73 famiglie iscritte

  • Tre gemelli di Albosaggia da record alla maturità, il riconoscimento del dirigente scolastico

  • È il piccolo Gabriele il simbolo della ripartenza del Morelli dopo l'emergenza covid

Torna su
SondrioToday è in caricamento