Sondrio, sottopasso di via Nani: ritardi per il maltempo

Il Sindaco: "I lavori non si sono mai fermati"


Lavori di realizzazione del sottopasso di via Nani: il cantiere ha accumulato qualche ritardo a causa dello slittamento della chiusura della tratta ferroviaria da parte di Rfi nel mese di settembre e  del maltempo che ha investito Sondrio a fine ottobre, ma i  lavori procedono e sono seguiti assiduamente dall'Amministrazione comunale che, in questi giorni, ha chiesto una dettagliata relazione  al direttore dei lavori.
“Il cantiere non si è mai fermato, ma i lavori hanno subito un ritardo di tre settimane tra agost e settembre  a causa della decisione di Rete Ferroviaria Italiana di posticipare la chiusura della tratta ferroviaria – spiega il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini -. Poi, tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre la Città è stata investita da un'ondata di maltempo eccezionale, sono scesi oltre 230millimetri di pioggia in tre giorni e la falda acquifera si è notevolmenteinnalzata, così, per smaltire l’acqua dall’area degli scavi, è stato necessario procedere a lavori supplementari. Con un 'ordinanza ho autorizzato l’impresa esecutrice a riversare l’acqua nella rete fognaria della zona, in caso di necessità, così da proseguire le operazioni senza interruzioni. I lavori al sottopasso non si sono fermati, ma gli accumuli d’acqua li hanno rallentati.  In cantiere si è lavorato bene e con continuità e I lavori sono arrivati ad una fase importante ed è garantita la continuità delle operazioni, ma la data di fine lavori, inevitabilmente, slitterà rispetto all'iniziale cronoprogramma e non sarà possibile inaugurare il sottopasso di via Nani entro fine anno come speravamo”.

“Anche quando il cantiere poteva sembrare fermo – spiega poi l'assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Massera – in realtà le operazioni per la realizzazione dell’opera non si sono mai fermate, sono proseguite sia nell’approfondimento delle criticità relative alla struttura ancora da realizzare, al fine di eliminare qualsiasi possibile difficoltà costruttiva, sia con la pianificazione delle successive fasi lavorative. Ho avuto modo personalmente di apprezzare l'impegno e la dedizione messa in campo dall'impresa che sta realizzando i lavori, ma il maltempo che ha investito la Valtellina a fine ottobre ha causato rallentamenti inevitabili, così come la decisione di Rfi di posticipare la chiusura della tratta ferroviaria. Chiediamo a residenti a commercianti ancora un po' di pazienza e comprensione per un'opera tanto importante e attesa”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In viaggio senza documenti regolari, fermato e multato autobus svizzero ad Ardenno

  • Piogge abbondanti in arrivo, la Provincia chiude il ponte di Traona per sicurezza

  • Valtellinese ucciso durante un agguato nella Repubblica Dominicana

  • Registro attività storiche e di tradizione: a 9 valtellinesi il riconoscimento di Regione Lombardia

  • A Sondrio un nuovo sportello per persone con disabilità e le loro famiglie

  • La Bce stoppa la Banca Popolare di Sondrio, salta l'acquisizione della Cassa di Risparmio di Cento

Torna su
SondrioToday è in caricamento