Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuove reti paramassi sullo Stelvio, il videoracconto di Anas

L'opera ha una struttura in acciaio progettata per resistere a impatti di materiale ad alta energia

 

Dopo circa un mese di lavori, la Strada Statale 38 "dello Stelvio", nel suo tratto che da Bormio conduce al Passo, è stata riaperta il 25 settembre scorso. Un mese, quello di chiusura al transito, utile per l’installazione della nuova barriera paramassi lungo la strada statale.

La struttura è stata costruita alla base della pendice rocciosa, in corrispondenza del km 113, dai tecnici specializzati incaricati da Anas. La barriera, lunga 90 metri e alta 5, presenta una struttura in acciaio appositamente progettata per resistere a impatti di materiale ad alta energia.

Le lavorazioni sono state eseguite senza sosta, anche in concomitanza con il maltempo, e hanno consentito di completare la struttura con la posa dei 10 montanti, alti circa 5 metri, e la stesura della rete con l’ausilio di una gru.

L'intervento si era reso necessario dopo la caduta di massi sulla carreggiata, avvenuta in due momenti, nel pomeriggio di sabato 31 agosto e nella notte del 1° settembre da un fenomeno di caduta massi. Il franamento era stato stimato in circa milleduecento metri cubi di volume.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento