Il ponte di Stazzona è pericoloso: chiuso per 8 mesi

L'intervento è necessario prima che possa succedere qualcosa di grave. Verrà istituito un guado sull'Adda per il passaggio dei mezzi agricoli

Il ponte chiuso al traffico

Starà chiuso al traffico per almeno 8 mesi il ponte che, all'interno del territorio comunale di Villa di Tirano, in località Stazzona, collega la statale 38 alla statale 39 del Passo di Aprica. Una scelta dura ma inevitabile presa al termine di un incontro sulla viabilità provinciale tenutosi in Prefettura a Sondrio. 

Era dall'autunno del 2017 che il ponte era attenzionato dalle autorità per gravi criticità di tipo strutturali. Problematiche serie che avevano già obbligato a limitira il transito ai soli mezzi di peso inferiore alle 3,5 tonnellate.

Ora si è deciso di intervenire, prima che qualcosa di grave possa capira a chi transita sul collegamento sospeso sull'Adda. I lavori saranno realizzati e pagati dalla Provincia di Sondrio (480mila euroil costo totale stimato) e permetteranno di innalzare la portata di carico del ponte.

Durante i lavori, per favorire le tante attività agricole del circondario, in accordo con le aziende idroelettriche operanti su quel tratto di fiume, verrà costruito un guado per il transito da sponda a sponda. Il ponte temporaneo, basato su grossi tubi che possano permettere il passaggio dell'acqua fluviale, sarà come quello costruito in località Tartano, sempre sull'Adda, durante la costruzione della prima galleria a est della nuova superstrada nel morbegnese. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale a Castione Andevenno: scontro tra due auto e un furgone

  • Morto un anziano intossicato in un incendio a Traona

  • Esce di strada con l'auto, rocambolesco incidente a Castello dell'Acqua

  • Coscritti di Chiavenna esagerati: caos fuori da scuola, 16enne in ospedale

  • Ecco il nuovo piano della sanità provinciale: Sondrio fulcro della rete di ospedali sul territorio

  • Gordona, tragedia nei boschi: muore 83enne

Torna su
SondrioToday è in caricamento