Nuovi centri commerciali a Prata, Chiavenna alza la voce: "Un colpo basso"

Domani il consiglio comunale sarà chiamato a votare l'adozione del piano di riqualificazione dell'area ex filatura

Il Consiglio Comunale di Prata Camportaccio sarà chiamato domani a votare per l'adozione del PIANO ATTUATIVO AT1 "RIQUALIFICAZIONE AREA EX FILATURA" IN VARIANTE AL P.G.T..

"Questo significa che - spiegano in una nota congiunta il Sindaco di Chiavenna Luca Della Bitta, il suo Vice Davide Trussoni e Andrea Giacomini assessore al Commercio - se il percorso dovesse proseguire, avremo a breve un nuovo insediamento di spazi della media/grande distribuzione"

"Sarebbe un colpo mortale per i nostri commercianti con effetti devastanti in un momento di grande difficoltà".

"Un colpo basso a chi, con tenacia e sacrificio, ogni giorno nel centro storico di Chiavenna prova a mantenere viva una presenza ed un servizio".

"Una iniziativa che rischia di vanificare gli sforzi della forte collaborazione tra Amministrazione comunale e Unione commercianti di questi ultimi anni tra manifestazioni, iniziative, riduzioni ed agevolazioni tributarie e molto altro".

"Noi stiamo con i nostri commercianti e valuteremo ogni azione necessaria per fermare questa scelta scellerata (per i suoi effetti) del Sindaco e dell'Amministrazione Comunale di Prata Camportaccio che non hanno tenuta in minima considerazione le osservazioni fatte dal Comune di Chiavenna".

"Un percorso amministrativo fatto con un atteggiamento di superficialità nei confronti delle gravi ricadute economiche sul territorio in cambio di qualche soldo per opere pubbliche, con una convocazione della conferenza di conurbazione realizzata dal comune quando spettava alla Provincia, con la scelta di escludere la Valutazione Ambientale Strategica e quindi senza considerare aspetti importanti in materia di traffico, viabilità e altre questioni".

"In questi giorni abbiamo lanciato l'appello di acquistare i regali nei negozi sotto casa, di vicinato, nel centro storico per dare sostegno ai nostri commercianti ed artigiani".

"La volontà ad ogni costo dell'Amministrazione Comunale di Prata di proseguire nel percorso intrapreso richiede da parte di tutti una mobilitazione. Gia in passato abbiamo pagato a caro prezzo iniziative di questo tipo. Il Comune di Prata Camportaccio ascolti, approfondisca e fermi questo disegno che fa male alla nostra città ed a tutto il territorio". 

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • Grosio, cade da una scala: grave un uomo

Torna su
SondrioToday è in caricamento