Missione compiuta a Sondrio: la Scuola dell'infanzia "Sacro Cuore" non chiude e rilancia la sua attività

Fondamentale l'apporto della psicologa sondriese Francesca Gusmeroli, chiamata dai genitori a risollevare le sorti della struttura di proprietà della Parrocchia

L'ingresso della Scuola dell'infanzia Sacro Cuore avrà una nuova gestione, la Parrocchia di Sondrio la cede a Francesca Gusmeroli „L'ingresso della Scuola dell'infanzia Sacro Cuore di Sondrio

Missione compiuta, la Scuola dell'infanzia "Sacro Cuore" di Sondrio, meglio conosciuta da tutti come "Angelo Custode", continuerà nel suo operato anche nei prossimi anni. È riuscita nel suo intento la psicologa Francesca Gusmeroli, già titolare dell'asilo nido "Mimì&Cocò" di Sondrio e dell'asilo nido comunale "Milù" di Tresivio, chiamata dai genitori preoccupati per risollevare le sorti della storica scuola materna di proprietà della Parrocchia Santi Gervasio e Protasio.

Grazie al celere battage mediatico delle psicologa sondriese e dei genitori dei bambini già frequentanti la "Scuola dell'infanzia Sacro Cuore" è stato possibile raggiungere il numero minimo di iscritti per far continuare le attività anche per l'anno scolastico 2020/2021 e oltre, congiurando così la chiusura per ragioni economiche.

«Sono molto contenta che numerosi genitori abbiano capito la bontà delle nostre idee. Non era facile raggiungere in pochi giorni, visto che il tempo per le iscrizioni nelle scuole dell'infanzia cittadine scade con il mese di gennaio, le famiglie potenzialmente interessate. Ringrazio i genitori che hanno creduto in me, coinvolgendomi in questa avventura. Un grazie anche alla Parrocchia per la fiducia» ha commentato Francesca Gusmeroli.

«La Scuola dell'infanzia "Sacro Cuore" può essere una realtà interessante per i suoi numeri piccoli e per i nuovi servizi alle famiglie. Nelle prossime settimane presenteremo il progetto educativo nel dettaglio con obiettivi e metodologia in un incontro con le famiglie. Le idee sono comunque già in campo: tra cui percorso di psicomotricità, di musica oltre che il rinnovamento dello spazio e dei materiali, grazie all'aiuto e alla collaborazione delle famiglie. Ci sarà, infine, un pasto conviviale con le famiglie e con gli ex allievi per festeggiare insieme il traguardo raggiunto ed il futura che ci aspetta insieme» ha concluso la psicologa sondriese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è il primo caso di coronavirus in provincia di Sondrio: positivo al tampone un 17enne della Valdidentro

  • Coronavirus, parlano i genitori del 17enne di Valdidentro contagiato: «Appresa la positività dai media. Sconcertati per questo modus operandi»

  • Coronavirus, altri due ragazzi di 17 anni contagiati in provincia di Sondrio

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Coronavirus in provincia di Sondrio, si attende l'esito di 9 tamponi

Torna su
SondrioToday è in caricamento