La Camera del Lavoro di Sondrio piange Virgilio Gianoncelli

A darne l'annuncio il Segretario generale provinciale CGIL, Guglielmo Zamboni

La Camera del Lavoro di Sondrio piange Virgilio Gianoncelli. A darne l'annuncio il Segretario generale provinciale CGIL, Guglielmo Zamboni.

Classe 1931, dalla giovanissima età Virgilio è già riferimento sindacale per i colleghi dei Sanatori dell’Alpina, militante e dirigente del Partito Comunista. Quando la struttura nel comune di Tresivio chiude i battenti, Gianoncelli lavora per alcuni anni alla Cooperativa di consumo di via Mazzini a Sondrio.

Passa a tempo pieno al sindacato alla Camera del Lavoro di Sondrio nel 1968.

«In quei gloriosi, ma difficili e impegnativi anni, Virgilio si occupa dapprima di vertenze, seguendo anche alimentaristi e commercio, per poi passare alla FILLEA la categoria degli edili. Dalla sua nascita, per oltre un decennio, è stato componente del comitato provinciale INPS» ha raccontato Zamboni.

Dal 1980 al 1985 fa parte della segreteria della Camera del Lavoro di Sondrio con Luigi Leoncelli e, successivamente, diventa segretario Generale del sindacato pensionati.

«Rimarrà in noi il ricordo di un compagno con forti principi morali, grande senso di responsabilità nei confronti del sindacato e dei lavoratori rappresentati, che non si è mai risparmiato lavorando sempre con la massima generosità»ha commentato il Segretario generale provinciale CGIL.

I funerali si terranno oggi, mercoledì 12 febbraio, alle ore 15.30, presso la Chiesa di Tresivio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beve candeggina, paura per un 31enne di Tirano

  • Dramma a Traona, donna muore colpita da pesanti frammenti caduti da un tetto per il forte vento

  • Malore improvviso: 68enne muore in strada a Poggiridenti

  • Autovelox mobili sulle Statali 36 e 38: ecco quando sono in programma i controlli

  • Non si fermano all'alt sulla Statale 36, arrestati tre spacciatori valtellinesi

  • I numeri vincenti della lotteria di Natale dei Commercianti di Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento