La Valtellina in lutto per l'architetto ed insegnante Giuseppe Galimberti

"Galimba" era conosciuto per le sue doti di progettazione armoniche con l'ambiente ed il territorio, oltre che per la sua forte sensibilità ecologica e sociale

Il celebre architetto ed insegnante valtellinese Giuseppe Galiberti è morto all'età di 84 anni dopo una lunga malattia. Famoso per le sue doti di progettazione armoniche e sempre attente all'ambiente ed al territorio, Galimberti era conosciuto per la sua forte sensibilità ecologica e sociale. Professore per diversi anni, ha contribuito nella crescita scolastica e personale di decine e decine di giovani valtellinesi che da sempre lo ricordano con affetto e forte stima.

Nato a Sondrio nel 1936, si era diplomato all’Accademia di Belle arti di Brera e si era aureato in Architettura al Politecnico di Milano. Dal 1966 ha svolto, come libero professionista, attività di progettazione. Ha insegnato nelle scuole medie inferiori e superiori e dal 1982 al 1999 è stato cultore della materia al Politecnico di Milano. Nel 2011/2012 l’Ordine degli architetti di Sondrio ha reso omaggio alla sua lunga e prestigiosa carriera con la mostra “Giuseppe Galimberti: il mestiere dell’architetto. Disegni progetti scuola utopie 1959 - 2011”.

Le reazioni

«Un grande uomo e un grande architetto ci ha lasciato! Profondo conoscitore e analista della realtà valtellinese a 360 gradi, oltre che amico e illustre cittadino castionese - contrada Barboni la più in quota di Castione - da tantissimi anni ! Mi spiace tanto! Una grande perdita per tutti! Ciao Galimba!» ha scitto su Facebook il sindaco di Castione Andevenno, Massimiliano Franchetti.

«L’arch. Galimberti è stato mio co-relatore quando mi sono laureato. Di lui conservo il ricordo indelebile di una persona straordinaria, quasi fuori dal tempo. Allora, trenta anni fa, faticavo a capire quando ci diceva che l’unica speranza di sviluppo sostenibile per i nostri territori di montagna era il sostegno all’agricoltura di qualità, alle lavorazioni tipiche e al turismo rispettoso del territorio, il tutto sostenuto da un’architettura riconoscibile e non omologante e da una programmazione urbanistica lungimirante attenta a gestire le trasformazioni del paesaggio. Oggi quelle parole, quegli insegnamenti  che me lo facevano percepire come un po’ fuori dal mondo, assumono ben altro valore e condivisione.
Ma sin da allora mi hanno sempre accompagnato: non sono certamente stato un ottimo alunno ma di sicuro ciò che mi ha insegnato è rimasto dentro. Grazie Prof. Galimba!» ha commentato il parlamentare della Lega, Ugo Parolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è il primo caso di coronavirus in provincia di Sondrio: positivo al tampone un 17enne della Valdidentro

  • Coronavirus, parlano i genitori del 17enne di Valdidentro contagiato: «Appresa la positività dai media. Sconcertati per questo modus operandi»

  • Coronavirus, altri due ragazzi di 17 anni contagiati in provincia di Sondrio

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Coronavirus in provincia di Sondrio, si attende l'esito di 9 tamponi

Torna su
SondrioToday è in caricamento