Riapertura SS36: ipotesi doppio senso di marcia nella carreggiata sud

In attesa di decisioni definitive si defila la possibilità di riaprire al traffico soltanto la carreggiata utilizzata solitamente per raggiugnere Lecco dalla provincia di Sondrio

Nella mattinata di venerdì 26 aprile si è svolto presso la Prefettura di Lecco il vertice per valutare la situazione dello smottamento che nella serata del 25 aprile ha causato la chiusura al traffico della Strada Statale 36, all'altezza di Lierna. Nella gestione della criticità è stato attivato il piano di emergenza per situazione viabilistica che deve durare massimo 48/72 ore e dare esito positivo. Interessate tutte le forze dell'ordine: Polizia, Carabinieri, Finanza, Polizia locale, Forestale, Areu 112.

Dopo le verifiche da parte dei tecnici di Anas, Protezione civile e geologi di Regione Lombardia sembrerebbe che il fronte della frana sarebbe circa 200 metri più alto di quanto preventivato in un primo momento. La galleria Scoglio, danneggiata da uno dei massi caduti, a un primo esame avrebbe fornito garanzie di stabilità.

L'ipotesi del  doppio senso di marcia 

Come ha spiegato la senatrice leghista Antonella Faggi in un post sulla propria pagina Facebook, in caso di verifiche positive è già stato «predisposto un piano di "by pass" dal km 61 al km 72 della carreggiata Nord, predisponendo viabilità a doppio senso lungo la carreggiata Sud. Sentito Roma e chiesto chiarimenti per modalità intervento Esercito, da fare intervenire in caso di non riuscita del piano di emergenza viabilistica».

Nel frattempo la SP72, quest'oggi messa a dura prova in termini di volumi di traffico, è costantemente monitorata da elicottero e personale. Il prefetto Michele Formiglio ha auspicato che i cittadini utilizzino il collegamento ferroviario sul lago per alleggerire la situazione viabilistica.

Il comunicato della Prefettura di Lecco

Il Prefetto di Lecco, Michele Formiglio, ha ricevuto questa mattina, nel Palazzo del Governo, i vertici delle Forze dell'Ordine: il Questore Guglielmino, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Del Gaudio e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Dell'Anna.

Nel corso dell'incontro, il Prefetto ha preliminarmente sottolineato che costituirà direttrice prioritaria della sua azione amministrativa la tutela dell'ordine pubblico declinata nella sua più ampia accezione di rispetto della legalità. Ha quindi assicurato la più stretta vicinanza alle autorità nella consapevolezza che le tematiche territoriali potranno essere affrontate positivamente solo attraverso un intenso impegno comune nell'ottica della migliore collaborazione.

Attraverso lo svolgimento progressivo degli interventi svolti dai vertici delle Forze di Polizia, da cui è emerso un unanime clima di disponibilità e collaborazione su tutte le possibili forme di intervento, il Prefetto ha così riunito un quadro informativo di sintesi sulle principali problematiche di interesse per il territorio.

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Tirano, travolto e ucciso nella notte

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Camion investe 87enne all'alba, tragedia a Tirano

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

Torna su
SondrioToday è in caricamento