Aperto a Faedo l'Acquario didattico della Provincia di Sondrio

Le foto dell'inaugurazione della struttura gestita dall'Unione Pesca della Provincia di Sondrio. Il sindaco Angelini: «Il semplice centro allevamento pesci è diventato un'attrazione provinciale»

Il taglio del nastro

L'acqua in Valtellina non è solo grandi derivazioni, dighe e canoni idroelettrici, è prima di tutto luogo di incontaminata bellezza e vita. Lo sa bene l'Unione Pesca della Provincia di Sondrio che nei giorni scorsi ha inaugurato il rivisitato Centro Ittico di Faedo Valtellino, un luogo di scoperta, tutela e conoscenza.

Un progetto costato 375mila euro capace di offrire oggi luogo di conoscenza adatto a tutti, realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo (100mila euro), Provincia di Sondrio (100mila euro) e l'importante sforzo, economico ed umano, dell'Unione Pesca.

«Il presidio e la valorizzazione del territorio passa inevitabilmente attraverso la sua tutela e la sana gestione. Non si può gestire o tutelare senza conoscere. UPS si è data questo obiettivo: continuare il presidio e la gestione delle acque della Provincia di Sondrio diffondendo la conoscenza sia del territorio acquatico che della vita contenuta in esso, pensando soprattutto alle nuove generazioni che dovranno di buon grado divenire i custodi del futuro» ha rimarcato il presidente dell'Unione, Valter Bianchini.

«Grazie a UPS e Provincia, Faedo Valtellino trasforma il semplice centro allevamento pesci in una attrazione provinciale: l'acquario didattico delle Alpi, nuovo centro di divulgazione scientifica e attrazione turistica per la Valtellina» ha aggiunto entusiasta il sindaco di Faedo, Franco Angelini.

Soddisfatto anche Marco Dell’Acqua, presidente di Pro Valtellina e in rappresentanza di Fondazione Cariplo: «Abbiamo subito sposato questo progetto perché risponde perfettamente ai nostri obbiettivi».

Inserito all'interno di un progetto denominato "La via dell'acqua e della conscenza", come illustrato durante l'inaugurazione dal vicepresidente dei pescatori, Marco Bordoni, il Centro Ittico vede oggi la presenza di un nuovo acquario didattico, di un fiume artificiale e di percorso didattico adatto a scolaresche, famiglie e turisti.

Gli acquari 
Negli acquari sono riprodotti gli ambienti acquatici tipici della Provincia di Sondrio, quali il lago alpino, il torrente di montagna, il fiume di fondovalle ed il lago del piano. Ciascun acquario è allestito con arredamento tipico di ogni ambiente rappresentato ed ospita la fauna ittica locale di riferimento: il lago alpino ospita il salmerino alpino e sanguinerola;  il torrente di montagna la trota fario mediterranea (bacino Adda), atlantica (bacino Reno della Val di Lei) e danubiana (bacino dello Spool di Livigno); il fiume di fondovalle ospita la trota marmorata, il temolo, il vairone ed il barbo; mentre il lago del piano vede la presenza del persico reale, del coregone, del luccio e dell'alborella.

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Tirano, travolto e ucciso nella notte

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Camion investe 87enne all'alba, tragedia a Tirano

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

Torna su
SondrioToday è in caricamento