Aree sportive sul Sentiero Valtellina, la CM di Sondrio invitata a parlarne a Roma

La Comunità Montana Valtellina ha partecipato alla quinta “Biennale dello Spazio Pubblico” che si è tenuta presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi Roma Tre

La Comunità Montana Valtellina di Sondrio ha partecipato alla quinta “Biennale dello Spazio Pubblico” che si è tenuta presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi Roma Tre il 30, 31 maggio e il 1° giugno 2019. Un viaggio capitolino per presentare il progetto, apprezzato a livello nazionale, relativo alla realizzazione di un sistema coordinato di impianti e attrezzature per la pratica sportiva lungo il Sentiero Valtellina.

Il tema ispiratore della quinta edizione della Biennale, dal titolo “INCONTRI nello spazio pubblico”, è stato declinato in tre aree tematiche: il verde pubblico, la mobilità sostenibile, l’arte pubblica. Il progetto della Comunità Montana Valtellina di Sondrio è stato inserito nell’area tematica “Mobilità sostenibile”. Il verde pubblico rappresenta una delle componenti principali dello spazio pubblico e della rete ecologica che, penetrando all’interno del tessuto urbano, ne garantisce l’integrità territoriale e gli effetti di sostenibilità rispetto ad alcune delle molteplici cause di inquinamento ambientale. L’arte pubblica è un modo innovativo di riappropriazione sociale degli spazi urbani che sta registrando una crescente importanza nella qualificazione dello spazio pubblico e nella rigenerazione delle periferie. La street art nelle sue varie declinazioni (pittura, musica, performance) presenta notevoli potenzialità di sviluppo. 

La riqualificazione della mobilità urbana, attraverso una differente ripartizione delle modalità di spostamento e di trasporto, rappresenta uno degli obiettivi principali della rigenerazione delle città e delle loro periferie. Il tema, in generale, riassume criticità e speranze della città contemporanea ove si verifica il degrado o l’abbandono degli spazi pubblici reali, luoghi deputati all’incontro, allo svago, alla socialità che rappresentano l’identità di una città e i valori condivisi della comunità che vi risiede. Ed è proprio questo l’obiettivo del progetto della Comunità Montana: affiancare alle aree di sosta e gioco attualmente esistenti alcuni nuovi spazi di libera e gratuita fruizione al fine di creare luoghi protetti per il tempo libero promuovendo, al contempo, un utilizzo consapevole e sostenibile del territorio.

Il progetto che si è sviluppato e realizzato con la partecipazione dei Comuni del Comprensorio e grazie al confronto con gruppi sportivi ed associazioni informali di praticanti, prevede la realizzazione di cinque aree con differenti destinazioni: Skate Park (a Sondrio), Area Pump Track (a Poggiridenti), Area Fitness (a Piateda), Area Basket e Volley (ad Albosaggia) e un nuovo tratto di pista ciclopedonale in Comune di Castione Andevenno. I primi tre impianti a Sondrio, Poggiridenti e Piateda, sono stati inaugurati nell’aprile 2019; le altre due strutture sono in corso di realizzazione e saranno terminati entro il mese di giugno.

Il Presidente Tiziano Maffezzini ha espresso «viva soddisfazione per il grande apprezzamento che il progetto ha ricevuto in un contesto così prestigioso come la Biennale dello spazio pubblico di Roma” ed ha aggiunto che “il progetto è frutto di un intenso lavoro con i Comuni del comprensorio e con le istituzioni dello Sport e che ci stimola a continuare nel percorso di realizzazione di progetti e opere integrate e multifunzionali».

3-5-3

1-5-2

4-2-3

2-5-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Tre giornaliste sondriesi protagoniste di "Reazione a catena" su Rai 1

Torna su
SondrioToday è in caricamento