In autunno al via i lavori della passerella sul Mallero, da Fondazione Cariplo 500mila euro

Si concretizza con il contributo dell'ente di sviluppo e con fondi della Provincia il grande obbiettivo della Giunta Scaramellini. Marco Dell’Acqua: «Ci è sembrato giusto e doveroso sostenere questo progetto, ben pensato e lungimirante per la crescita del territorio»

Scaramellini e Dell'Acqua durante la conferenza stampa di presentazione

I lavori per la realizzazione della passerella ciclopedonale sulle cascate delle Cassandre del Mallero, tra Ponchiera e Mossini, frazioni del Comune di Sondrio, inizieranno in autunno.

A darne notizia, in una conferenza stampa congiunta, il sindaco del capoluogo, Marco Scaramellini, e il rappresentante per la provincia di Sondrio della Fondazione Cariplo, Marco Dell’Acqua. 

«Comune di Sondrio chiama, Fondazione Cariplo risponde. Da sempre sosteniamo progetti che possano permettere una crescita al territorio, in questo caso in senso turistico. Ci è sembrato giusto e doveroso sostenere questo progetto, ben pensato e lungimirante, stanziando 500mila euro di contributi» ha esordito il membro del Consiglio di Amministrazione dell’ente di sviluppo territoriale, nonché presidente di ProValtellina, Marco Dell’Acqua.

Diventa così realtà il grande obiettivo che la Giunta Scaramellini, oramai un anno fa, si era posta in campagna elettorale.  Un risultato importante conseguito, almeno per la realizzazione dell’opera, (con un costo stimato di circa 900mila euro), con il reperimento di risorse extracomunali tra il contributo di Fondazione Cariplo e risorse provenienti dalla Provincia con l’AQST (Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale).

«Il ponte è un’opera straordinaria e come tale abbiamo voluto reperire risorse che non vadano ad intaccare l’ordinaria amministrazione del Comune. Un ringraziamento sentito perciò a Fondazione Cariplo per aver condiviso il nostro progetto ed un grazie particolare alla determinazione del Dott. Dell’Acqua» ha spiegato Scaramellini.

Il progetto

«Il progetto ad oggi è in fase avanzata, tra qualche settimana indiremo una gara per il progetto esecutivo. Speriamo di poter appaltare i lavori in autunno per poi inaugurare il ponte nella prossima primavera, dopo 7/8 mesi di interventi» ha aggiunto il sindaco.

«Il ponte avrà una valenza sovracomunale e sarà una forte attrazione per il territorio attorno al capoluogo. Avrà uno scarso impatto ambientale con un affaccio sulle Cassandre e sulla città. Vogliamo si inserisca nella rete dei sentieri già esistente, per questo non pensiamo di costruire parcheggi. Chi vorrà passare sul ponte (largo 3,5 metri per essere più stabile e meno soggetto al vento della Valmalenco, ndr) dovrà farlo a piedi o in bici partendo da Sondrio» ha voluto rimarcare il primo cittadino sondriese.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Opere per le Olimpiadi 2026, la paura di Legambiente per il Parco dello Stelvio

  • La neve di luglio raggiunge la Valtellina

I più letti della settimana

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • L'Adda restituisce il corpo del 19enne gettatosi dal ponte

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Cade con la bici mentre fa downhill a Livigno, gravissimo bambino di 10 anni

  • Lo spettacolo della Re Stelvio Mapei, tutte le classifiche

  • Valfurva, malore nella notte a 3100 metri: intervengono i soccorsi

Torna su
SondrioToday è in caricamento