Droga in provincia di Sondrio, il racconto di studenti ed esperti

Il video dell'Ufficio scolastico provinciale in occasione della "Giornata internazionale contro l'abuso e il traffico illecito di droga"

 

Ricorre oggi, 26 giugno 2020, la “Giornata internazionale contro l'abuso e il traffico illecito di droga". Per l’occasione, l’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, in collaborazione con la Prefettura di Sondrio, Questura, Comando provinciale dei Carabinieri, Guardia di Finanza, ATS della Montagna e Comune di Sondrio, ha realizzato un breve filmato di approfondimento per dar voce a coloro i quali, quotidianamente, si trovano ad affrontare sul campo i problemi legati all’abuso di sostanze stupefacenti. Il progetto nasce allo scopo di sensibilizzare i giovani su un fenomeno tanto nascosto quanto innegabile, che purtroppo non risparmia nemmeno la nostra provincia. Attraverso le parole di esperti e rappresentanti delle istituzioni locali i ragazzi avranno la possibilità di comprendere i risvolti che possono scaturire da una scelta sbagliata. Ripercorrendo alcune di quelle che possono essere le cause e le conseguenze connesse all’uso di droga, il video intende offrire alcuni interessanti spunti di riflessione dando voce anche ai giovani per capire quale sia la loro percezione del fenomeno.

«Abbiamo voluto proporre una riflessione sul tema nonostante le scuole siano chiuse, arriveremo a dare questo messaggio agli studenti in altri modi, soprattutto grazie agli organi di informazione – spiega il Prefetto di Sondrio, Salvatore Rosario Pasquariello –. Ma abbiamo voluto in primo luogo richiamare a noi stessi, alla nostra attenzione come istituzioni e come mondo degli adulti, la necessità di aumentare gli sforzi per incrementare nei bambini, nei ragazzi e nei giovani la consapevolezza sia del valore della vita, sia della grave pericolosità che la tossicodipendenza comporta per la sua integrità, se non per la sua stessa esistenza. Un ulteriore pericolo oggi viene dalle nuove droghe, dai nomi fantasiosi, mix di sostanze a concentrazioni elevatissime, prodotte in laboratori improvvisati, dagli effetti a volte inimmaginabili per gli stessi spacciatori: pasticche, foglie e polveri di morte che costano poco, che si acquistano on line e arrivano direttamente a casa. Ricordarne il rischio, soprattutto alle nuove generazioni, non è mai abbastanza. Questo il nostro impegno che declineremo in modo più preciso nei prossimi giorni».

Droga: i dati allarmanti della provincia di Sondrio  

«Il video che abbiamo realizzato vuole rappresentare un piccolo tassello all’interno di un più articolato progetto sensibilizzare i nostri studenti su un tema importante come quello delle dipendenze – aggiunge il Dirigente dell’Ust di Sondrio, Fabio Molinari –. Da settembre, con l’inizio dell’anno scolastico, non mancheranno le occasioni per affrontare l’argomento in maniera più approfondita e trasversale all’interno degli Istituti della nostra provincia. Ringrazio molto Sua Eccellenza il Prefetto per aver dato impulso a questa bella iniziativa e tutti i rappresentanti delle istituzioni che hanno collaborato alla riuscita del video per rendere il messaggio ancor più efficace ed incisivo».

Giornata internazionale contro l'abuso e il traffico illecito di droga

Con la Risoluzione 42/112 del 7 dicembre 1987, l’Assemblea Generale dell’ONU ha scelto il 26 giugno per celebrare la “Giornata mondiale contro l’abuso e il traffico illecito di droga”, affermando la sua determinazione di rafforzare l’azione e la cooperazione a livello nazionale e internazionale per combattere questi fenomeni. Il 19 dicembre 1988, la Conferenza delle Nazioni Unite contro il traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope ha adottato la relativa Convenzione, che ha ottenuto un’ampia adesione da parte degli Stati: ad oggi, sono 189 i paesi che l’hanno ratificata. Ulteriori passi in avanti nella lotta al traffico di droga sono stati fatti con la creazione dell’Ufficio dell’ONU contro la Droga e il Crimine (UNODC – United Nations Office on Drugs and Crime). Nato nel 1997 dalla fusione tra il Programma di Controllo sulla Droga delle Nazioni Unite e dal Centro per la Prevenzione del Crimine Internazionale, UNODC opera in tutte le regioni del mondo attraverso una vasta rete di uffici sul campo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento