Confindustria Lecco-Sondrio difende l’alternanza scuola-lavoro con una campagna

Il Presidente Lorenzo Riva: «Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare gli studenti e le famiglie, ma anche i dirigenti scolastici e gli insegnanti, evidenziando il ruolo fondamentale dell’esperienza nel processo di apprendimento dei giovani»

Da sempre sostenitrice della necessità di una maggiore vicinanza fra mondo della scuola e quello dell’impresa, a vantaggio sia del sistema produttivo alla ricerca di risorse umane sia dei giovani che devono inserirsi nel mondo del lavoro, Confindustria Lecco e Sondrio ha lanciato una campagna dedicata alla valorizzazione dell’alternanza scuola-lavoro, che comprende in particolare affissioni e l’utilizzo dei social network.

«L’alternanza scuola-lavoro è ancora la via più facile per entrare nel mondo del lavoro. Continuiamo a valorizzarla” recita la campagna che in modo diretto ed immediato, anche tramite l’immagine grafica di uno scivolo che collega direttamente un edificio scolastico ad un’azienda, evidenzia quanto sia strategica l’acquisizione di competenze nell’ambito di un percorso che veda nel sistema produttivo un luogo di apprendimento, specialmente in vista dei futuri sbocchi lavorativi.

«Il nostro obiettivo - commenta il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva - è quello di sensibilizzare gli studenti e le famiglie, ma anche i dirigenti scolastici e gli insegnanti, evidenziando il ruolo fondamentale dell’alternanza nel processo di apprendimento dei giovani».

«Quello che a noi sta a cuore non è solo la possibilità che le ore di alternanza vengano potenziate, cosa che comunque noi auspichiamo e che può essere ancora fatta a discrezione dei singoli istituti scolastici, nonostante la decurtazione delle ore purtroppo entrata in vigore abbia stabilito una soglia minima inferiore a quella precedentemente prevista - continua Lorenzo Riva. L’aspetto per noi centrale e che vogliamo veicolare con questa campagna è, tuttavia, soprattutto un altro: l’alternanza non ha un valore unicamente in connessione ai percorsi di istruzione tecnica, poiché le esperienze che coinvolgono il mondo del lavoro hanno un alto potenziale formativo per tutti, se ben progettate e gestite. Il nostro invito è quindi quello di approfittare delle ore di alternanza facendo in modo di mettere a frutto pienamente questa opportunità. Ma ciò può avvenire solo se scuole, insegnanti e studenti si impegnano, ognuno per il proprio ruolo, a progettare e vivere questa esperienza consci del suo effettivo valore».

«Le imprese, con la loro disponibilità nell’accogliere gli studenti e nel compartecipare a progettare percorsi a loro dedicati, hanno evidentemente un ruolo imprescindibile per un’alternanza di successo - conclude il Presidente Riva. La campagna è quindi anche un veicolo di sensibilizzazione verso i colleghi imprenditori che, sul nostro territorio, hanno già dimostrato grande attenzione in questo senso e che, guardando al futuro, sono chiamati a moltiplicare i loro sforzi perché il dialogo con il mondo della scuola possa essere sempre più intenso e proficuo».

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • L'annuncio di Trenord: «Più treni tra Tirano e Milano»

I più letti della settimana

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • Domani riapre il Passo del Gavia

  • Furti in appartamento, ancora un colpo a Sondrio

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

Torna su
SondrioToday è in caricamento