La ciclovia tra Valtellina e Valcamonica diventa realtà

La pista ciclabile entro il 2020 si svilupperà per 35 chilometri, da Edolo a San Giacomo di Teglio. Sertori: «Un collegamento tra due comunità interamente montane che, nonostante abbiano un modo di pensare e di essere molto simile, hanno avuto in passato un dialogo difficile»

La riunione tenutasi a Sondrio per l'Accordo di Programma

Provincia di Sondrio e Provincia di Brescia ancora più unite con la via ciclabile di prossima realizzazione attraverso il Passo dell'Aprica. È stato sottoscritto, oggi, a Sondrio, l'Accordo di Programma per la costruzione del collegamento "lento" fra la Valtellina e la Valcamonica, sottoscritto da Regione Lombardia, rappresentata dall'assessore alla Montagna, Massimo Sertori, dalla Provincia di Brescia, dalla Provincia di Sondrio, dal Parco delle Orobie Valtellinesi, dal Comune di Aprica, dal Comune di Corteno Golgi, dal Comune di Edolo e dal Comune di Teglio.

L'intervento principale ricalcherà il tracciato della ciclovia "12 Oglio" per 35 chilometri, da Edolo a San Giacomo di Teglio, mentre altri due interventi riguarderanno rispettivamente l'itinerario cicloturistico Edolo-Aprica (59 chilometri) e il sentiero escursionistico "Gran via delle Orobie" (40 chilometri).

96bc6c5a-3c4b-4772-9857-b23a8c453e77-2

«Si tratta di un Accordo di programma di valenza assoluta, che è arrivato alla sua sottoscrizione in solo otto mesi. Tempi rapidi per un risultato non scontato che dimostra che la strada intrapresa è quella giusta. Non solo mi ha convinto per la qualità dei progetti ma, soprattutto, perché permette, di fatto, un collegamento tra due comunità interamente montane che, nonostante abbiano un modo di pensare e di essere molto simile, hanno avuto in passato un dialogo difficile, ma in questo caso hanno interagito insieme e lavorato con buonsenso mantenendo tutti gli impegni assunti. Il collegamento tra le due province è infatti strategico ed è un esperimento riuscito. Oggi abbiamo dimostrato efficienza amministrativa e tracciato una nuova traiettoria per il futuro dei nostri territori» ha rimarcato l'assessore regionale alla Montagna.

Costi e tempi 

«Il costo complessivo degli interventi è pari a 1,8 milioni di euro. Regione Lombardia - ha spiegato l'assessore regionale al Bilancio, Caparini - garantirà la copertura per 600.000 euro, mentre i costi restanti saranno ripartiti tra Provincia di Brescia (500.000 euro), Provincia di Sondrio (300.000 euro), Comune di Aprica (100.000 euro), Comune di Corteno Golgi (100.000 euro), Comune di Edolo (100.000 euro), Comune di Teglio (100.000 euro)». 

Il 50 per cento delle risorse verrà trasferito agli enti attuatori entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto che a breve sarà approvato dalla Giunta regionale. L'inizio dei lavori, che non saranno invasivi, è previsto entro il 2019 e il termine entro il 2020. 

Un progetto integrato

Attorno alla realizzazione della pista ciclabile, altri progetti condivisi verranno portati avanti parallelamente. Non solo sviluppo del turismo lento e sostenibile o promozione delle culture locali e degli sport di montagna: la realizzazione del collegamento ciclabile porterà con sé anche la manutenzione e l'adeguamento di edifici dismessi di proprietà comunale in alcuni Comuni attraversati dalle piste, (come Aprica, Corteno Golgi e Teglio) che verranno adibiti a musei di cultura locale o service point.

«Regione Lombardia crede fermamente nel potenziale del cicloturismo come driver di attrattività. In particolare il collegamento ciclabile tra Valtellina e Valcamonica permetterà di scoprire due terre particolarmente vocate al turismo e alle due ruote all'insegna del 'turismo slow' che favorisce la scoperta di luoghi e scorci fantastici pedalando in totale serenità, senza fretta. In tal senso, Regione Lombardia vi pone particolare attenzione, convinta che il connubio turismo-due ruote possa avere risvolti economici importanti, un valore aggiunto per le strutture ricettive, la ristorazione, l'occupazione e in generale tutto il sistema produttivo regionale» ha commentato a tal proposito Lara Magoni, assessore regionale al Turismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

Torna su
SondrioToday è in caricamento