Passo dello Spluga richiuso

Domenica mattina le Autorità svizzere hanno deciso di fermare il traffico sul valico senza avvisare Anas. In tanti, giunti in quota, sono dovuti tornare indietro

Foto archivio

Oltre il danno anche la beffa come si suole dire. Le autorità svizzere hanno richiuso il dello Passo dello Spluga ma in Italia nessuno è stato avvisato, almeno per 10/12 ore. È quanto accaduto domenica 5 maggio 2019 quando, a causa del maltempo e della neve in quota, gli elvetici hanno chiuso il passo alpino senza però dare comuinicazione ad Anas.

Questo ha fatto sì che numerosi automobilisti si avviassero verso il Passo, percorrendo i 30 chilometri di Strada Statale 36, ignari della chiusura del valico, fino poi scoprirlo all'arrivo in quota. Un disagio per i turisti domenicali e per i tanti pendolari che durante la settimana utilizzano il Passo dello Spluga, riaperto dopo la stagione invernale soltanto il Primo maggio.

Ora la strada, dopo la comunicazione giunta ad Anas nel pomeriggio inoltrato di domenica, resta chiusa. Non vi sono informazioni sulla riapertura.

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Dove sono i controlli della velocità con gli autovelox fino al 18 agosto

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

I più letti della settimana

  • Sondrio in lutto, è morto l'avvocato Nicola Giugni

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Altro che amichevole estiva, tra Sondrio Calcio e Seregno finisce in rissa

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • Una coppia è stata aggredita e minacciata con una pistola giocattolo nel centro di Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento