Presto a Chiavenna un parco giochi inclusivo per tutti i bambini

L'area attrezzata per accogliere anche infanti con disabilità è finanziata dal Lions Club. Messi a disposizione 80mila euro per l'allestimento

L'area dove presto sarà inaugurato il parco giochi inclusivo

Si erano presi l'impegno di realizzare, in accordo con il Comune di Chiavenna, il nuovo parco giochi inclusivo nella zona di Pratogiano ed i Lions di Chiavenna hanno mantenuto la parola.

Inserito nel più ampio intervento di rinnovamento dell'area di Pratogiano, promosso dall'Amministrazione comunale attraverso un percorso di progettazione partecipata unico a livello provinciale, il parco giochi inclusivo, che verrà ultimato nei prossimi giorni, si trovarà negli spazi del vecchio fine corsa ferroviario.

La soddisfazione della Giunta comunale

«Grazie ai Lions di Chiavenna perché con questo intervento dimostrano una grandissima sensibilità verso la città intera e nei confronti dei bambini con disabilità. Hanno dimostrato grande impegno e ferma determinazione ottenendo questo risultato importante anche in termini economici. Siamo grati a loro per questo sostegno che lascerà un segno nel cuore di Chiavenna offrendo uno spazio inclusivo, moderno e funzionale per tutti i bambini e le loro famiglie, rinnovando la volontà di costruire una città a misura di famiglie e bambini» ha dichiarato il Sindaco Luca Della Bitta.

«In questi mesi abbiamo lavorato molto a stretto contatto con i Lions superando anche alcune difficoltà amministrative e burocratiche. E' bello vedere nei cittadini questo modo di fare, di mettersi in gioco e di saper portare risorse e risultati concreti a servizio del bene comune. Grazie ai Lions» ha sottolineato il Vicesindaco Davide Trussoni.

Il grande impegno del Lions

«Abbiamo creduto in questo progetto e siamo molto orgogliosi di aver raccolto le risorse necessarie per realizzarlo. Una somma importante (oltre 80 mila euro) che viene sostenuta dai soci locali che hanno appoggiato l'idea con entusiasmo ed in parte dalla fondazione internazionale dei Lions. Questo percorso ha richiesto un maggiore tempo per via delle pratiche da affrontare ma al tempo stesso colloca il valore dell'iniziativa a livello internazionale. Nelle prossime settimane riceveremo il via libera dalla Fondazione e potremo procedere, successivamente, all'acquisto ed alla posa dei giochi. Tutto questo rappresenta per noi un grande sforzo economico ma siamo certi che lasceremo un segno concreto della nostra voglia di metterci a servizio della comunità con progetti che migliorano la vita dei cittadini con una attenzione particolare alle persone ed alle famiglie» hanno dichiarato i referenti del Lions Club di Chiavenna.

Il parco inclusivo nascerà anche grazie ad un contributo qualificante da parte dell'associazione "Il Mondo che Vorrei" che con una importante donazione metterà a disposizione ulteriori giochi per questi spazi. «Ringrazio tutti i volontari de "il Mondo che vorrei" per l'entusiasmo che hanno da subito dimostrato. Uomini e donne che si rimboccano le maniche per progetti di grande valore sociale e che affrontano la vita in modo positivo e costruttivo. Grazie a nome della comunità di Chiavenna» ha concluso il Sindaco Luca Della Bitta.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rubavano borse nei parcheggi dei supermercati: arrestate due sudamericane

  • Attualità

    Pioggia e vento sul 25 Aprile valtellinese

  • Attualità

    Sondrio celebra la Primavera e diventa un giardino

  • Economia

    L'alternanza Scuola-Lavoro: momento di crescita per tutti

I più letti della settimana

  • Livigno: il video di Pasqua di Federica Pellegrini e il sindaco diventa virale

  • Moglie e marito si scontrano mentre sciano a Madesimo

  • Al via il ponte pasquale: maxi tamponamento a Berbenno

  • Rubavano borse nei parcheggi dei supermercati: arrestate due sudamericane

  • Il calendario degli autovelox mobili sulla Strada Statale 36

  • Teatro Sociale concesso gratuitamente a Van de Sfroos: polemiche a Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento