In Piazza Garibaldi a Sondrio la cerimonia di apertura delle Olimpiadi dei Sordi

La soddisfazione dell'assessore allo Sport, Michele Diasio, e del Sindaco, Marco Scaramellini, dopo la presentazione dell'evento internazionale che coinvolgerà tutta la Valtellina e la Valchiavenna

L'assegnazione delle prossime Olimpiadi per Sordi, in programma in provincia di Sondrio dal 12 al 21 dicembre tra il capoluogo, Chiavenna, Madesimo e Santa Caterina Valfurva  ha portato grande soddisfazione in Valle. Tra i più soddisfatti gli Amministratori di Sondrio: «Il territorio valtellinese e valchiavennasco ha dimostrato, ancora una volta, che se si presenta unito può competere con qualsiasi altra località dell’arco alpino per ospitare eventi di grande livello» ha commentato l’assessore a Sport e Turismo del Comune di Sondrio, Michele Diasio.

La cerimonia inaugurale si terrà nella centrale Piazza Garibaldi, luogo di aggregazione e di scambio.

«Per ottenere questo grande risultato – commenta l’assessore ssessore Diasio – è stata fondamentale la collaborazione tra tutti gli enti a vario titolo coinvolti. Un’unità che permetterà di organizzare a Sondrio, capoluogo di provincia, la cerimonia di inaugurazione di questi “giochi silenziosi” che siamo onorati di ospitare. Abbiamo già iniziato a discutere e a stilare un primo programma della manifestazione con le altre Amministrazioni comunali, in particolare con quella di Chiavenna. Sono attese oltre mille persone tra atleti e dirigenti, un’occasione imperdibile per far conoscere il nostro magnifico territorio ma anche per dimostrare che siamo all’altezza di eventi importanti».

«Le Olimpiadi invernali dei sordi saranno un evento eccezionale e graditissimo – commenta poi il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini – Come sindaco del capoluogo, sono felicissimo e onorato di poter ospitare la cerimonia inaugurale delle Olimpiadi che si svolgerà nella centralissima Piazza Garibaldi. In questa location, con la cornice dei versanti terrazzati e delle montagne sullo sfondo, gli atleti potranno ricevere il benvenuto nella nostra terra ospitale, posta al centro della Macro Regione Alpina, ed il caloroso augurio di ben figurare nelle rispettive discipline, nel segno della lealtà e del miglior “spirito olimpico”. La Valtellina e la Valchiavenna compongono una Provincia interamente montana, ricca di storia, che può annoverare atleti di primo livello in numerose discipline degli sport invernali. La Città di Sondrio e l’intero territorio sapranno accogliere adeguatamente gli atleti e la delegazione per farli sentire come a casa loro».

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

  • Dove saranno gli autovelox questa settimana sulle strade lombarde

I più letti della settimana

  • Elicottero militare atterra d'emergenza vicino alle persone, tragedia sfiorata a Santa Caterina

  • Valfurva senza pace: dal Ruinon un enorme masso sulla strada, viabilità interrotta

  • La frana del Ruinon ha raggiunto livelli di spostamento record? Per gli operatori va fatto brillare il versante

  • Operazione "Montagne d'euro", sgominata la banda dell'alpeggio

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

  • Giovane fungiatt scivola nel bosco a Gerola, recuperato dopo una caduta di 5 metri

Torna su
SondrioToday è in caricamento