Infezione di paratubercolosi in un allevamento della Valposchiavo: abbattute 145 capre

Estremo rimedio per un caso anomalo. Ci sono voluti tre giorni per sopprimere tutti gli animali, ripulire e disinfettare le stalle

Immagine d'archivio

In Valposchiavo, nei giorni scorsi, sono state abbattute 145 capre perchè affette dalla paratubercolosi, una malattia batterica cronica che porta a un forte dimagrimento e alla morte. Da marzo 2018 questa epizoozia da combattere è stata riscontrata a più riprese in singoli animali.

In virtù della legislazione federale in materia di epizoozie, l'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali (USDA) ha combattuto l'epizoozia facendo abbattere ed eliminare gli animali che presentavano sintomi clinici e un risultato di laboratorio positivo.

Alla fine la pressione infettiva è risultata talmente elevata che quale ultima misura possibile è stato necessario disporre l'abbattimento dell'intero effettivo. Nel complesso in questa azienda 210 capre sono morte a causa di questa malattia incurabile.

Si tratta di un caso insolito, affermano le autorità. Di norma all'interno di un'azienda solo singoli animali in età avanzata contraggono la malattia. Di conseguenza la legislazione federale in materia di epizoozie prevede che solo animali ammalati che presentano contemporaneamente sintomi clinici e un risultato di laboratorio positivo vengano abbattuti e che per essi vi sia un indennizzo attraverso il fondo per le epizoozie.

Nel caso in questione la pressione infettiva e il numero dei decessi erano talmente elevati che quale ultima delle misure possibili rimaneva solo l'abbattimento e l'eliminazione dell'intero gregge.

Oltre ai collaboratori dell'USDA e al veterinario locale, anche 15 pionieri della protezione civile addetti alla lotta contro le epizoozie dell'Ufficio del militare e della protezione civile sono stati impegnati per tre giorni per sgomberare l'effettivo e per pulire e disinfettare le stalle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è il primo caso di coronavirus in provincia di Sondrio: positivo al tampone un 17enne della Valdidentro

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Frontale sulla Valeriana: grave un ragazzo

  • Coronavirus, parlano i genitori del 17enne di Valdidentro contagiato: «Appresa la positività dai media. Sconcertati per questo modus operandi»

  • Ruba un'auto, fermato aggredisce i Carabinieri: arrestato

Torna su
SondrioToday è in caricamento