Treni: ci vorranno 20 minuti in meno per raggiungere Milano dalla Valtellina

L'accordo siglato tra Regione Lombardia e Rfi diventerà realtà entro il 2021. L'intervento prevede la realizzazione di una sede di incrocio, con movimenti contemporanei, presso la stazione di Dubino. Costo dell'opera 8,5 milioni di euro

La stazione ferroviaria di Dubino

La Valtellina raggiungerà più velocemente Milano via treno entro il 2021. È questo in breve il senso della convenzione, sottoscritta nella giornata di lunedì 3 giugno 2019, tra Regione Lombardia e Rfi, che prevede la realizzazione di una sede di incrocio con movimenti contemporanei presso la stazione di Dubino.

Un'ottima notizia, frutto del documento redatto nel 2015, denominato "Sviluppo delle infrastrutture connesse e del SFR sulle direttrici Milano-Lecco-Sondrio-Tirano e Colico-Chiavenna", che avvicina la provincia di Sondrio al resto della Lombardia e all'Italia intera.

Lo aveva già annunciato Massimo Sertori, assessore regionale alla Montagna, in occasione del Tavolo territoriale tenutosi a Sondrio lo scorso 21 maggio: «Con questi interventi strutturali, sarà possibile raggiungere Milano, tramite la ferrovia, impiegando 20 minuti in meno rispetto a quanto sia necessario oggi». Si passerà così dalle attuali 2 ore e mezza (di media) per raggiugnere il capoluogo lombardo, partendo da Tirano, a circa 2 ore e dieci minuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La conferma non si è fatta attendere. «L'obiettivo dell'intervento è quello di efficientare il servizio e creare le condizioni per le coincidenze tra tutti i treni della linea della Valtellina (Lecco-Colico-Tirano) e i treni della linea della Valchiavenna (Colico-Chiavenna). Come Regione Lombardia mettiamo in campo risorse importanti: oltre 4,2 milioni di euro per cofinanziare al 50% quest'opera da 8,5 milioni. Si tratta di interventi magari poco visibili ma fondamentali per incrementare la qualità del trasporto ferroviario» ha spiegato l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sondrio e altri 7 comuni della provincia coinvolti nell'indagine sierologica covid-19 di Ministero della Salute e Istat

  • Coronavirus, Fontana si sbilancia: «Dal 3 giugno i lombardi saranno liberi di circolare in Italia»

  • Dal 3 giugno non un "liberi tutti", i divieti che restano in vigore

  • Coronavirus, ancora casi nelle case di riposo della provincia

  • Sondrio, giovane denunciato per aver falsificato i controlli antidroga con un particolare kit

  • Coronavirus, in Valtellina e Valchiavenna 6 nuovi casi di contagio nelle ultime 48 ore

Torna su
SondrioToday è in caricamento